12 Fascinating Facts About Red Wine

7 dicembre 2017 by

 Keep reading

Ecco 12 fatti che cambieranno completamente il tuo modo di pensare al vino rosso.

 

1.Bere vino rosso a piccole dosi è meglio per te che non bere affatto!

Potrebbe essere una sorpresa, ma diversi studi su prove umane hanno dimostrato che il consumo moderato di vino rosso è meglio per te che non bere affatto. Perché? Gli antiossidanti presenti nel vino rosso hanno una minore incidenza di malattie cardiovascolari, mortalità e diabete di tipo 2. Certo, se bevi più di quanto dovresti, i benefici vengono sostituiti da maggiori rischi per la salute. Quindi, fai un favore a te stesso, bevi vino rosso con moderazione. (http://winefolly.com/update/wine-and-moderation-whats-healthy/ )

2. I benefici per la salute del vino rosso provengono dal tannino.

Praticamente tutto in vino che non è alcol o acqua è un tipo di polifenolo.
I polifenoli includono tannino  (http://winefolly.com/review/what-are-tannins-in-wine/ ),
pigmento colore (http://winefolly.com/review/know-a-wine-just-by-looking-at-the-color/ ),
aromi di vino, resveratrolo e circa 5.000 altri composti vegetali.
Di questi polifenoli, i più abbondanti nel vino per motivi di salute sono le procianidine
(http://winefolly.com/tutorial/what-types-of-red-wines-are-good-for-you/ ), che sono un tipo di tannino condensato che si trova anche nel tè verde e nel cioccolato fondente. Questo composto è specificamente associato all’inibizione della placca di colesterolo nei vasi sanguigni, che è estremamente benefico per la salute e la longevità del cuore.

3.  Alcuni vini rossi sono migliori per te rispetto ad altri.

Non tutti i vini rossi sono fatti allo stesso modo. Alcuni vini hanno livelli significativamente più alti di ” roba buona per te ” rispetto ad altri (tannini condensati – vedi sopra). Ad esempio,
il Cabernet Sauvignon ( http://winefolly.com/review/guide-to-cabernet-sauvignon-red-wine/ ) ha tannini più condensati del Pinot Noir http://winefolly.com/tutorial/5-facts-about-pinot-noir/ ) ma entrambi i vini ne hanno molto meno del Tannat  http://winefolly.com/tutorial/what-types-of-red-wines-are-good-for-you/  ),
o del Petite Sirah ( http://winefolly.com/tutorial/what-types-of-red-wines-are-good-for-you/  )
o del Sagrantino (  http://winefolly.com/tutorial/what-types-of-red-wines-are-good-for-you ).
Mentre è piuttosto difficile determinare quali vini siano i migliori (esattamente), ecco alcuni indizi:
a. I vini rossi secchi sono migliori dei vini dolci (  http://winefolly.com/tutorial/wines-from-dry-to-sweet-chart/  )
b. I vini rossi con una gradazione alcolica inferiore (preferibilmente inferiore al 13% ABV = (alcohol by volume,)
sono migliori dei vini ad alto contenuto alcolico
c. I vini rossi con tannino più alto (quelli più astringenti)
(  http://winefolly.com/tutorial/what-types-of-red-wines-are-good-for-you/   ) sono migliori
dei vini a basso tannino (  http://winefolly.com/tutorial/low-tannin-red-wines/)

 

4.  I vini rossi giovani sono migliori per te rispetto ai vecchi vini rossi. 

Ci è stato detto per anni che i vecchi vini sono i migliori vini. È vero che alcuni vini hanno un buon sapore quando sono invecchiati  (http://winefolly.com/review/how-to-start-a-wine-collection/ ), ma quando si tratta di aspetti salutistici del vino, il vino vecchio non è così buono! I vini rossi giovani contengono maggiori livelli di tannino (http://winefolly.com/review/what-are-tannins-in-wine/ ) rispetto a qualsiasi altro tipo di vino.

 

5.  Il colore del vino rosso proviene dalle bucce 

Il colore nel vino deriva da un pigmento vegetale chiamato antocianina                                             (http://winefolly.com/review/know-a-wine-just-by-looking-at-the-color/ ), che si trova nelle bucce delle uve rosse.

6.  Come i vini rossi invecchiando, diventano più chiari di colore.                                                                   

Il colore diventa meno intenso con l’invecchiamento del vino                                          (http://winefolly.com/tutorial/how-to-tell-if-a-wine-is-age-worthy/ ). I vini molto vecchi sono di colore chiaro e traslucido.

7.  Quasi tutti i vini rossi sono fatti da una sola specie di uva.                                                                       

Tutti i vini rossi più comuni, tra cui il Cabernet Sauvignon, il Syrah, il Merlot e il Pinot Noir sono di una sola specie di uva: la Vitis vinifera. Esistono certamente altre specie utilizzate per il vino (ci sono circa 65-70 specie vitis), ma sono molto raramente utilizzate per il vino. Vitis vinifera è comunemente considerata la specie di uva da vino. E, prendi questo, la Vitis vinifera non ha avuto origine in Francia. Ė venuta dall’Europa dell’Est! (http://winefolly.com/review/where-did-wine-come-from/ )

 

8.  Le uve rosse sono più vecchie delle uve da vino bianche.                                                                              

Si pensa che le uve gialle e verdi che producono vini bianchi provengano originariamente da una mutazione del DNA delle viti rosse. Questa è un’ipotesi abbastanza convincente, dal momento che Pinot Nero e Pinot Bianco condividono lo stesso DNA. (http://winefolly.com/review/big-secret-pinot/ )

9.  I vini rossi contengono meno solfiti rispetto ai vini bianchi.                                                                      

In generale, i livelli di solfito (http://winefolly.com/tutorial/sulfites-in-wine/ ) nei vini rossi sono inferiori a quelli dei vini bianchi. Questo perché i vini rossi tendono ad essere più chimicamente stabili rispetto ai vini bianchi e non si degradano altrettanto rapidamente.

 

        

10.   I vini rossi invecchiano più a lungo rispetto ai vini bianchi.

I vini rossi contengono colore e tannino, che in generale, li aiuta a conservarli per tempi più lunghi rispetto ai vini bianchi. Le persone spesso chiamano questi elementi “struttura” del vino e usano la loro presenza come un indicatore di quanto tempo un vino invecchierà.  (http://winefolly.com/tutorial/how-to-tell-if-a-wine-is-age-worthy/  

 

11.   Le uve da vino rosso possono essere trasformate in vino bianco.                                                 

Poiché il colore proviene dalle bucce (e non dal succo), è possibile ottenere un vino bianco da uve rosse. Il vino è fatto come vino bianco (http://winefolly.com/tutorial/how-is-white-wine-made/ ), senza contatto con le bucce. Questo succede più di quanto tu possa immaginare. Ad esempio, un Blanc de Noirs Champagne è uno spumante bianco prodotto con uve Pinot Nero e Pinot Meunier (rosso).

12.   Centinaia di aromi trovati nel vino rosso provengono solo dalle uve.                                             Tutti quegli aromi di ciliegia, frutti di bosco, marmellata ed erbe aromatiche che si trovano in un bicchiere di vino rosso derivano da nient’altro che da uve fermentate e dal vino che invecchia in botti di rovere.(http://winefolly.com/tutorial/tips-on-tasting-wine-bouquet-vs-aroma/ ) . Non ci sono additivi per il gusto. 

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply